News & Blog

Il gemmoderivato di abete per ossa denti e non solo

Il gemmoderivato di abete per ossa denti e non solo

Il gemmoderivato di abete (Abies pectinata, M.G.1DH) risulta essere particolarmente indicato in età pediatrica per l’azione di sostegno a carico delle vie aeree superiori e per l’azione trofica a livello dell’apparato scheletrico, ma anche nell'osteoporosi, in menopausa e per la sua azione benefica sui denti.

Posologia del gemmoderivato di abete

Per utilizzare correttamente il gemmoderivato di abete occorre assumere 50 gocce, diluite in acqua e sorseggiate lentamente, 1-2 volte al dì.

Proprietà e indicazioni del gemmoderivato di abete

Il gemmoderivato di abete (Abies pectinata gemme) è indicato:

- per la sua azione remineralizzante, in quanto favorisce la fissazione di calcio nelle ossa, stimola l'accrescimento staturo-ponderale del bambino, è utile durante la menopausa, nell'osteoporosi o in corso di fratture da consolidare in breve; carie dentaria e piorrea.

- nelle forme infiammatorie recidivanti alle vie aeree, come ad esempio le rinofaringiti recidivanti;

- contro la disappetenza, in quanto stimola l'appetito.

L'azione remineralizzante sulle ossa del gemmoderivato di abete

Pol Henry segnalò per primo che le gemme agiscono nelle fasi di crescita, in particolare a livello osseo, per cui la loro prescrizione può rivestire un ruolo importante nei disturbi e nei ritardi della crescita.

Eccellente rimineralizzante, Abies pectinata è infatti la gemma che, favorendo l’equilibrio minerale e la fissazione del calcio nelle ossa, aiuta a combattere la fragilità di quei soggetti il cui fabbisogno fosfocalcico è elevato a causa di un veloce accrescimento. Facilita, pertanto, la crescita armoniosa dei bambini e degli adolescenti in quanto, determinando un metabolismo fosfocalcico adeguato,
ne stimola l’accrescimento staturo-ponderale. Inoltre, in caso di frattura, faciliterà il consolidamento osseo favorendo la fissazione del calcio e la formazione del callo osseo

Le gemme di Abies pectinata risultano inoltre particolarmente indicate nei bambini magri, gracili, disappetenti e che sembrano crescere solo “in lunghezza” e nel trattamento dei cosiddetti dolori della crescita (gemmoderivato di abete, Abies pectinata, 20-40 gocce, diluite in acqua, 1-2 volte al dì per 20 giorni al mese per almeno 2 mesi). Si tratta, pertanto, di un medicamento particolarmente adatto al bambino, il cui organismo è in rapida via di accrescimento e che, quindi, necessita di un’azione di “consolidamento” di terreno e di un metabolismo fosfocalcico appropriato.

Grazie alla sua prescrizione si ottiene un’azione trofica generale da cui deriva un rinforzo delle difese immunitarie.

Il gemmoderivato di abete in odontoiatria

In odontoiatria Abies pectinata risulterà importante nella prevenzione e nel trattamento della carie dentaria, nella fragilità dello smalto dentario e nella piorrea (gemmoderivato di abete, Abies pectinata M.G.1DH, 20-50 gocce, diluite in acqua, una volta al dì generalmente prima di colazione per cicli di almeno 3 mesi).
In caso di piorrea può essere associato al gemmoderivato di betulla (Betula verrucosa M.G.1DH) assumendo 50 gocce prima di coricarsi: le gemme della betulla bianca sono in grado di stimolare l’attività del sistema reticoloendoteliale risultando, pertanto, valide nei processi di natura infiammatoria o infettiva.

Azione sulle rinofaringiti recidivanti del gemmoderivato di abete

Sono particolarmente fastidiose le “rinofaringiti a ripetizione” che colpiscono, durante la stagione fredda, i bambini non appena ritornano all’asilo o a scuola. La ripresa della vita di comunità favorisce, infatti, il reciproco scambio di germi che è ulteriormente aggravatato dalle ore trascorse in ambienti chiusi e surriscaldati.

Nelle forme acute di rinofaringiti e tracheobronchiti può essere affiancato da Ribes nigrum e Rosa canina:
– Le gemme dell’Abete bianco (abies) presentano infatti un organotropismo elettivo nei confronti del tessuto linfatico, equilibrandone la funzionalità, e sono particolarmente indicate nei bambini che presentano infezioni recidivanti delle vie aeree superiori. Il gemmoderivato di abete Abies pectinata M.G.1DH (20-40 gocce 1-2 volte al dì per 20 giorni al mese per almeno 3 mesi) risulta inoltre una valida prescrizione anche in caso d’ipertrofia adenoidea;
– il gemmoderivato di ribes nero (Ribes nigrum, gemme, MG1DH) dall’azione cortisone-like, antiallergico, antinfiammatorio, rimedio complementare di tutti gli stati d’infiammazione dell’apparato respiratorio: rinofaringiti recidivanti, sinusiti, tonsilliti, asma bronchiale, rinite vasomotoria, sindromi influenzali;
– il gemmoderivato di rosa canina (Rosa canina M.G.1DH), sia per le proprietà antiflogistiche sia per la ricchezza in vitamina C (stimolo difese immunitarie). Per dirlo con le parole di Pol Henry, Rosa canina é “rimedio dell’infiammazione localizzata e rigeneratore nelle infiammazioni recidivanti (rinofaringiti, otiti)”.

In letteratura scientifica pratica si leggono autori, come Chiereghin, che consigliano l'associazione dei gemmoderivati di Abete, Ribes, Rosa canina MG1DH in ugual parti, da somministrare alla dose di 15 gocce mattina e sera, nei bambini da 1 a 3 anni; alla dose di 30 gocce, mattina e sera, nei bambini da 4 a 8 anni: il trattamento che inizia a fine settembre, prosegue fino a novembre e poi si ripete, almeno 10 giorni al mese, per terminare a marzo; altri invece, come la dott.ssa Campanini, sostengono efficace la contemporanea somministrazione (ma in momenti diversi della giornata) del gemmoderivato di abete, 20-40 gocce, diluite in acqua una volta al giorno e del gemmoderivato di Rosa canina M.G.1DH, giovani getti, MG1DH (rosa canina) 20-40 gocce, diluite in acqua una volta al giorno per cicli di 20 giorni al mese per 3 mesi (prevenzione e trattamento). 

Dott.ssa Laura Comollo

Visita il nostro reparto di erboristeria oppure contattaci per eventuali chiarimenti o per maggiori informazioni.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI, IL PRESENTE TESTO NON E' RIPRODUCIBILE SENZA ESPRESSA AUTORIZZAZIONE DI ERBORISTERIA COMO