News & Blog

Olio di monoi: proprietà come usarlo e dove comprarlo

Olio di monoi: proprietà come usarlo e dove comprarlo

Il cocco, frutto della palma da cocco (Cocos nucifera), è originario nei paesi tropicali dell'Oceano Pacifico come le Filippine e nei paesi dell'Oceania e da esso si ottengono latte e olio di cocco.

L'olio di cocco è un alimento-medicamento il cui utilizzo è noto da millenni, specie nei paesi asiatici, ed è composto per ben il 99,9% da sostanze grasse (per la maggior parte acidi grassi saturi, acido laurico in primis); contiene anche un po' di vitamina E (0,9 mg su 100 gr di olio). 

L'olio di cocco di qualità è quello che si ottiene dalla pressatura a freddo della polpa essiccata (o endosperma) della noce di cocco e che non viene sottoposto a idrogenazione, raffinazione, decolorazione, deodorizzazione. Al contrario oli di scarsa qualità potrebbero generare effetti tutt'altro che salutari. Una prova "saggio", che salta subito all'occhio, per capire se l'olio di cocco è di qualità è la consistenza dell'olio: al di sotto dei 24°-26°C l'olio di cocco è praticamente burro. Al di sopra di tale temperatura deve risultare liquido come quello di sesamo, altrimenti è stato raffinato. Inoltre deve possedere il noto e caratteristico profumo e sapore di cocco.

Olio di monoi: cos'è

Il cocco nelle isole del Pacifico e in Polinesia, viene utilizzato per cucinare, per degustare il suo succo e anche come cosmetico. Abitudine locale è macerare dei petali di fiori di tiarè (Gardenia tahitiana) dall'avvolgente e inebriante profumo in olio di cocco spremuto a freddo dalla noce di cocco per ottenere l'olio di monoi, un olio ricco di virtù cosmetiche e terapeutiche, utilizzato quotidianamente ancora oggi per idratare, lenire e profumare la pelle e i capelli e per infondere armonia e benessere. Nell'antichità veniva usato nei riti propiziatori per purificare luoghi e oggetti e i neonati ne venivano cosparsi e massaggiati per proteggere la loro pelle delicata dal sole e dal vento.  

Come si prepara l'olio di monoi a Tahiti? si tagliano quattro fiori di Gardenia di Tahiti dallo stelo, si lavano e si attende che siano perfettamente asciutti, poi si pongono in un contenitore con tappo a vite e si versa l'olio di cocco tiepido fino a completa immersione dei fiori. Si attende infine la completa macerazione dei fiori ponendo il contenitore in un luogo asciutto e buio per circa un mese. 

 Fiori di Gardenia di Tahiti

Il burro di monoi invece si ottiene dalla macerazione dei fiori freschi di tiarè nella polpa essiccata del cocco. 

Olio di monoi proprietà

Il potere idratante di quest'olio profumato è dovuto al contenuto di vitamina E, potente antiossidante che rallenta l'ossidazione delle cellule epidermiche e combatte la formazione di radicali liberi che sono una delle maggiori cause dell'invecchiamento della pelle. Tra l'altro, rispetto all'olio di cocco le proprietà idratanti sembrerebbero più spiccate e durature.

L'olio di monoi ha anche proprietà leviganti ed emollienti sulla pelle, regala un velo morbido e setoso che protegge dall'ambiente esterno e migliora l'elasticità della pelle. E' un vero e proprio trattamento rigenerante per capelli secchi, stressati o semplicemente esposti al sole e all'acqua di mare. 

Olio di monoi a cosa serve

Dalla consistenza oleosa e un inebriante profumo di fiori, poche gocce di olio di monoi sono sufficienti per rendere il momento della detersione un vero e proprio trattamento rigenerante e di puro relax. L'olio di monoi è perfetto per il trattamento di mani e piedi e per massaggi, ma anche per il trattamento dei capelli secchi, trattati, danneggiati e per rigenerare la pelle dopo le esposizioni al sole. L'olio di monoi ha infatti un'azione protettiva dai raggi solari e dalla salsedine quando applicato prima di esporsi al sole, mentre applicato dopo l'esposizione al sole, l'olio di monoi rinfresca delicatamente la pelle, favorisce la rigenerazione e allevia eventuali irritazioni e arrossamenti.

Come usare l'olio di monoi

Olio di monoi per capelli: l'utilizzo elettivo dell'olio di monoi è quello tricologico, in quanto l'olio di cocco possiede un elevato contenuto di acido laurico particolarmente affine alla fibra capillare. L'olio di monoi si accumula nel capello rinforzandolo ed evitando così danni meccanici dovuti ad esempio alla spazzolatura; protegge dalla disidratazione da detergente, sale o acqua clorurata e previene i danni da calore intenso indotto da piastre o phon. Per i capelli secchi ad esempio sarebbe utile massaggiare le punte secche con alcune gocce d'olio oppure, in caso di capelli trattati e fortemente indeboliti da tinte e decolorazioni, fare un impacco totale dalle radici alle punte. Una volta applicato l'olio di monoi su tutta la capigliatura si tampona con un asciugamano con cui avvolgere la testa per circa quaranta minuti. Terminato il tempo di posa, si risciacqua con acqua tiepida, ricordando di effettuare l'ultimo passaggio con acqua fredda per aumentare la lucentezza dei capelli. Se non è possibile attendere il tempo di posa, si può distribuire l'olio sui capelli e detergere con l'abituale shampoo dopo solo pochi minuti.

Olio di monoi per il viso e il corpo: l'olio di monoi è da applicare sulla pelle e massaggiare fino a completo assorbimento. Si può usare anche come struccante e per le smagliature o dopo la doccia sulla pelle ancora umida e massaggiare assaporando l'intenso profumo di fiori bianchi tropicali.

Olio di monoi come doposole e non solo: l'olio di monoi si può applicare tutte le mattine prima della crema con protezione solare, in questo modo la pelle rimarrà intensamente idratata per tutta la giornata o dopo l'esposizione solare come lenitivo, facendolo assorbire dopo un leggero massaggio. Da portare ovunque. 

Olio di monoi: quello che ti consiglia Erboristeria Como

Dove comprare olio di monoi? Puoi trovare quil'olio di monoi di Tahiti puro, ottenuto artigianalmente dalla macerazione di fiori di Tiaré in olio di cocco vergine pressato a freddo. L'azienda comasca Microcosmo ha previsto la sola aggiunta nel prodotto dell'olio di mandorle puro nella quantità necessaria per permettere all'olio di monoi di mantenersi liquido naturalmente anche a temperature inferiori ai 24-26°C (causa l'elevato standard di qualità dell'olio di cocco vergine). Questo prodotto è senza conservanti, ogm, sles e parabeni. Made in Italy. I fiori di Tiarè utilizzati provengono da piante selvatiche di Tiaré che esperti erboristi raccolgono considerando aspetti planetari, lunari e solari.

Il packaging qui sopra non inganni: entrambi i prodotti sono uguali e in contenitore ermetico in plastica NON trasparente; la ditta ha voluto solo distinguere con colori diversi il prodotto per ricordare i due tipi di uso che se ne può fare: per mare o montagna oppure per tutti i giorni.

Dott.ssa Laura Comollo

Visita il nostro reparto di aromaterapia oppure contattaci per eventuali chiarimenti o per maggiori informazioni.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI, IL PRESENTE TESTO NON E' RIPRODUCIBILE SENZA ESPRESSA AUTORIZZAZIONE DI ERBORISTERIA COMO

Bibliografia:

L'olio di cocco: Una miniera di salute e bellezza - Di Luigi Mondo, Stefania del Principe

Geografia della bellezza: Giro del mondo alla scoperta delle tradizioni- Di Barbara Bertoli