Vitamina c: ti abbiamo parlato di essa e del ruolo come integratore in questo post. Ora ti spieghiamo il grande ruolo della vitamina c naturale sulla pelle, ed in particolare i benefici della vitamina c sul viso.

     


Vitamina C: cos’è

La vitamina C o acido ascorbico è una vitamina idrosolubile derivata dal metabolismo del glucosio. E’ contenuta ad alti livelli in pomodori, patate e agrumi come lime, arance e limoni. Utilizzatissima per uso orale (ne parliamo qui) in pochi tuttavia sanno che la vitamina C ha anche incredibili benefici sulla pelle: questi si possono apprezzare sia con l’assunzione della vitamina c con la dieta sia con la vitamina c in cosmetico.


La pelle: struttura e funzioni principali

La funzione primaria della pelle è quella di fungere da barriera contro gli insulti dell’ambiente e la sua struttura unica lo riflette. La pelle è composta da due strati principali con strutture sottostanti molto diverse: l’epidermide più esterna e il derma più profondo; tra i due strati principali si trova la giunzione dermo-epidermica, una struttura di membrana basale specializzata che fissa l’epidermide al derma sottostante. In particolare:

Epidermide: funzioni e struttura

L’epidermide svolge la maggior parte delle funzioni di barriera della pelle ed è costituita prevalentemente da cellule, principalmente cheratinociti. I cheratinociti sono disposti a strati in tutta l’epidermide; quando queste cellule si dividono e proliferano allontanandosi dallo strato basale (il più vicino al derma), iniziano a differenziarsi. Questo processo è chiamato cheratinizzazione e comporta la produzione di proteine ​​strutturali specializzate, la secrezione di lipidi e la formazione di un involucro cellulare di proteine ​​reticolate. Durante la differenziazione, praticamente tutti gli organelli subcellulari scompaiono, compreso il nucleo e il citoplasma. Pertanto, lo strato più alto dell’epidermide che interagisce con l’ambiente esterno è composto da cellule metabolicamente “morte” appiattite (i cheratinociti differenziati in modo terminale). Queste cellule sono sigillate insieme a domini ricchi di lipidi, formando una barriera impermeabile all’acqua. Questo strato è noto come strato corneo e svolge la funzione di barriera primaria dell’epidermide, sebbene contribuiscano anche gli strati epidermici inferiori.

Derma: funzioni e struttura

Il derma fornisce forza ed elasticità e contiene nella sua struttura i sistemi: vascolare, linfatico e neuronale. Esso è costituito principalmente da complesse proteine ​​della matrice extracellulare, essendo particolarmente ricco di fibre di collagene, che costituiscono circa il 75% del peso secco del derma. Il principale tipo di cellula presente nel derma sono i fibroblasti, che sono pesantemente coinvolti nella sintesi di molti dei componenti della matrice extracellulare.


Pelle sana e bella: vitamina c assunta con la dieta e benefici pelle

È accettato che il nostro stato nutrizionale:

  • sia importante per la salute e l’aspetto della pelle. La prova di ciò è fornita dalle numerose malattie da carenza vitaminica che determinano disturbi significativi della pelle. Lo scorbuto, ad esempio, è una malattia da carenza di vitamina C caratterizzata da fragilità cutanea, sanguinamento delle gengive e dei peli del cavatappi, nonché ridotta guarigione delle ferite;
  • è vitale per mantenere il normale funzionamento della pelle durante la sintesi del collagene e la differenziazione dei cheratinociti;
  • e soprattutto molti dei componenti delle nostre difese antiossidanti come le vitamine C ed E e il selenio ottenuti dalla dieta, sono probabilmente importanti per la protezione contro i danni indotti dai raggi UV.

La vitamina c assunta con la dieta:

  • non è facilmente in grado di raggiungere le cellule negli strati più esterni (l’epidermide è un ambiente difficile per la consegna dei nutrienti: manca di vasi sanguigni e c’è poco movimento di fluido extracellulare tra le cellule),
  • può comunque supportare le funzioni dello strato dermico attraverso il flusso sanguigno. L’assorbimento della vitamina C dal plasma e il trasporto attraverso gli strati cutanei è mediato da specifici trasportatori sodio-dipendenti della vitamina C (SVCT); oltre all’affinità del trasportatore, il trasporto della vitamina C è regolato inoltre dalla disponibilità delle proteine ​​SVCT sulla membrana plasmatica.

Vitamina C proprietà cosmetiche: la vitamina c sulla pelle

La nostra pelle, in condizioni normali, contiene buone concentrazioni di vitamina C (in millimoli), che supporta funzioni importanti. La vitamina C infatti, sembra:

  1. stimolare la sintesi del collagene
  2. aiutare nella protezione antiossidante contro il foto-danneggiamento indotto dai raggi UV.

Per questa ragione molti preparatori vorrebbero aggiungere la vitamina C anche alle applicazioni topiche, ma tale vitamina in una crema avrebbe poca stabilità.

Un recente articolo scientifico pubblicato anche su PbMed, dal titolo “The Roles of Vitamin C in Skin Health“, si è preso la briga di indagare in maniera dettagliata sull’efficacia del trattamento con vitamina C sulla la pelle rispetto ai risultati ottenibili con l’assunzione di vitamina C nella dieta e sui potenziali ruoli della vitamina C nella salute della pelle. Ecco i risultati sulla vitamina c: proprietà cosmetiche e benefici della vitamina c viso e corpo.

  • Vitamina C proprietà: la vitamina c promuove la formazione del collagene

La vitamina C agisce come cofattore per la prolina e la lisina idrossilasi che stabilizzano la struttura terziaria della molecola di collagene e promuove anche l’espressione genica del collagene. Nella pelle, la formazione del collagene è svolta principalmente dai fibroblasti nel derma, con conseguente generazione della membrana basale e della matrice di collagene dermico.

Gli studi:

La dipendenza degli enzimi collagene idrossilasi dalla vitamina C è stata dimostrata in numerosi studi con cellule di fibroblasti in vitro, sia con ridotta sintesi totale che con ridotta reticolazione quando la vitamina C è assente. L’attività delle idrossilasi è molto più difficile da misurare in vivo, poiché la quantità di collagene sintetizzata può variare solo di poco. Oltre a stabilizzare la molecola di collagene mediante idrossilazione, la vitamina C stimola anche la produzione di mRNA di collagene da parte dei fibroblasti.

  • Vitamina C proprietà: la vitamina c elimina i radicali liberi e smaltisce gli ossidanti tossici

La vitamina C è un potente antiossidante in grado di neutralizzare e rimuovere gli ossidanti, come quelli che si trovano negli inquinanti ambientali e dopo l’esposizione alle radiazioni ultraviolette. Questa attività sembra essere di particolare importanza nell’epidermide, dove la vitamina C è concentrata nella pelle. Tuttavia, la vitamina C è solo un giocatore nell’arsenale antiossidante che include le difese enzimatiche (catalasi, glutatione perossidasi e superossido dismutasi) così come altre difese non enzimatiche (vitamina E, glutatione, acido urico e altri presunti antiossidanti come i carotenoidi).

Gli studi

La maggior parte degli studi di intervento effettuati per determinare la capacità degli antiossidanti di prevenire il danno ossidativo alla pelle ha utilizzato un cocktail di questi composti. La vitamina C è particolarmente efficace nel ridurre il danno ossidativo della pelle quando viene utilizzata in combinazione con la vitamina E. Ciò è in accordo con la sua nota funzione di rigeneratore della vitamina E ossidata, riciclando così efficacemente questo importante scavenger di radicali liposolubili e limitando il danno ossidativo alle strutture della membrana cellulare.

  • Vitamina C proprietà: la vitamina c inibisce la melanogenesi

È stato dimostrato che i derivati ​​della vitamina C riducono la sintesi della melanina sia nei melanociti coltivati ​​che in vivo. Questa attività dovrebbe essere dovuta alla sua capacità di interferire con l’azione della tirosinasi, l’enzima che limita la velocità nella melanogenesi. La tirosinasi catalizza l’idrossilazione della tirosina a diidrossifenilalanina (DOPA) e l’ossidazione della DOPA al suo corrispondente ortochinone. Si pensa che l’inibizione della produzione di melanina da parte della vitamina C sia dovuta alla capacità della vitamina di ridurre gli ortochinoni generati dalla tirosinasi, sebbene siano possibili anche altri meccanismi. Gli agenti che riducono la melanogenesi sono usati per trattare l’iperpigmentazione cutanea in condizioni come il melisma o le macchie dell’età.

  • Vitamina C proprietà: la vitamina c Interagisce con le vie di segnalazione cellulare

Studi in vitro mostrano chiaramente che la vitamina C:

  • può svolgere un ruolo nella differenziazione dei cheratinociti. Ad esempio, la vitamina C ha potenziato la differenziazione delle cellule dei cheratinociti epidermici di ratto in un modello di coltura organotipico, con un’organizzazione ultrastrutturale dello strato corneo notevolmente migliorata, accompagnata da una maggiore funzione di barriera;
  • ha anche aumentato il numero di granuli di cheratoialina e i livelli della filaggrina marcatore di differenziazione tardiva, che sembrava essere dovuta all’espressione genica alterata;
  • promuove la sintesi e l’organizzazione dei lipidi di barriera e aumenta la formazione dell’involucro cornificato durante la differenziazione. Il meccanismo o i meccanismi con cui la vitamina C modula la differenziazione dei cheratinociti non è ancora stato chiarito; tuttavia, è stato ipotizzato che sia sotto il controllo della protein chinasi C e AP-1.

Vitamina C per viso e corpo: la soluzione di Erboristeria Como

Quando i livelli plasmatici sono bassi, una parte della vitamina C può essere rilasciata allo strato epidermico mediante applicazione topica, sebbene l’efficacia di questa dipenda dalla formulazione della crema o del siero utilizzato sulla pelle.

Vitamina c viso: la problematica

La vitamina C, come molecola idrosolubile e carica, viene respinta dalla barriera fisica delle cellule epidermiche differenziate in modo terminale. È solo quando i livelli di pH sono inferiori a 4 e la vitamina C è presente come acido ascorbico che si verifica una certa penetrazione. L’acido ascorbico tuttavia è delicato e instabile in soluzione acquosa e si degrada velocemente (anche per effetto della luce e del contatto con l’aria). Per questo motivo il suo impiego nei tradizionali cosmetici risulta piuttosto complicato. Un grande sforzo è stato messo quindi nello sviluppo di derivati ​​dell’acido ascorbico ai fini dell’applicazione topica. Tali derivati ​​devono garantire la stabilizzazione della molecola dall’ossidazione e superare anche la significativa sfida della penetrazione cutanea. Inoltre, devono essere convertiti in acido ascorbico in vivo per essere efficaci.

Vitamina c viso: la nostra soluzione al problema

Come detto, la vitamina C tradizionale è soggetta a fenomeni di degradazione in seguito a reazioni di ossidazione e interazioni con ioni metallici spesso presenti nei prodotti cosmetici, con conseguenti problemi di stabilità e diminuita attività. Per superare questo importante limite, la ricerca dei nostri laboratori volta a formulare il nostro siero rigenerante e della crema contorno occhi e labbra, ha portato allo sviluppo di una innovativa vitamina C stabilizzata, nota come Ascorbil glucoside.

Essa è stata ottenuta attraverso la reazione di una molecola di glucosio, derivante dall’amido, con la vitamina C, proteggendola così dalla degradazione e relativa ossidazione. Grazie alla protezione della molecola di glucosio:

  • la vitamina C riesce a restare stabile all’interno della formulazione fino alla sua scadenza.
  • una volta applicata sulla pelle, grazie all’enzima alfa-glucosidasi e ad una reazione di idrolisi che avviene a livello dell’epidermide, la vitamina C viene rilasciata, penetra a livello intracellulare esplicando le sue azioni.
Vitamina c viso: cosa possiamo offrirti su Erboristeriacomo.it

Attraverso una semplice reazione, abbiamo una vitamina c naturale al 100%, con 29 studi clinici a supporto e l’unica con stabilità dimostrata e conseguente efficacia garantita. Ecco, sulla base di studi in vitro e in vivo, le azioni principali della vitamina C stabilizzata:

  • stimola il rinnovamento cellulare
  • riduce la profondità delle rughe e delle linee sottili
  • aumenta la produzione di collagene IV prevenendo la formazione delle linee sottili
  • riduce i danni da raggi UVA e UVB e inibisce la produzione di melanina: azione antiossidante e schiarente!

Dott.ssa Laura Comollo


Seguici sui nostri canali Facebook Instagram

TUTTI I DIRITTI RISERVATI, IL PRESENTE TESTO NON E’ RIPRODUCIBILE SENZA ESPRESSA AUTORIZZAZIONE DI ERBORISTERIACOMO.IT

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.