In questo post parliamo dei colori dell’argilla in cosmesi e delle sue proprietà.

     


L‘argilla si forma dalla lenta erosione delle rocce granitiche e per questo è una terra ricchissima di minerali ed oligoelementi, partendo dal ferro fino ad arrivare alle particelle di oro: possiede quindi svariati poteri sulla pelle. L’argilla contiene nello specifico:

  • minerali argillosi, materiali terrosi cristallini naturali a granulometria fine composti da silicati di alluminio idratati, con magnesio, ferro, calcio, potassio o sodio presenti come costituenti essenziali. Ogni minerale argilloso ha una funzione cosmetica o terapeutica unica e può essere utilizzato per la guarigione delle ferite, schiarimento della pelle, per abbellire il colore, antisepsi per l’assorbimento del sebo, idratazione, vascolarizzazione ed eliminazione delle tossine;
  • composti organici, come sali solubili, particelle di quarzo, pirite, calcite, altri minerali non argillosi e componenti amorfi.

L’argilla: proprietà in cosmesi

Dal punto di vista cosmetico, l’argilla ha la capacità naturale di attrarre ed assorbire le tossine ed i batteri patogeni dell’epidermide portandoseli via con il lavaggio. Ha un alto potere battericida, purificante e cicatrizzante ed è consigliato anche per i trattamenti della cellulite. Usata con acqua nei bagni o attraverso l’uso di fanghi e maschere cede alla pelle i suoi preziosi minerali e contemporaneamente assorbe le tossine ed elimina le cellule morte. Ottimo quindi per rigenerare e pulire viso e corpo rendendoli luminosi e riossigenati. Viene anche utilizzata per pelli a tendenza acneica, per assorbirne pus e tossine, purificando i pori della pelle e prevenendo la formazione di brufoli e imperfezioni.

Ora approfondiremo nello specifico i colori dell’argilla in base al contenuto di minerali ed è proprio il tipo di composizione che la rende unica: è importante conoscere i tanti tipi di argille per poter scegliere quella perfetta per la tua pelle!


Colori dell’argilla: quali e quale scegliere?

Ecco i colori dell’argilla e le loro proprietà più comuni, che puoi trovare:

  • l’argilla bianca è raccomandata per pelli molto delicate, sottili e secche:

l’argilla bianca, o anche chiamata caolino, è composta prevalentemente da silicio (48%) e alluminio (36%), che le conferiscono il caratteristico odore bianco-argenteo). Il suo contenuto di minerali è inferiore a tutti gli altri tipi di argilla, inoltre ha un pH piuttosto basso (pH 5). L’argilla bianca è tonificante e meno assorbente degli altri tipi di argilla, quindi è più tollerabile per chi ha la pelle sensibile. L’argilla bianca svolge un’azione prevalentemente antisettica e rimineralizzante ed è più adatta al trattamento della pelle secca o normale. Inoltre ha proprietà purificanti, energizzanti, cicatrizzanti. I minerali contenuti nell’argilla bianca favoriscono un’azione di rinnovamento cellulare per cui può essere considerata come un ingrediente anti-age, anche per pelli sensibili, che qualcuno utilizza anche per la psoriasi.

  • l’argilla verde è raccomandata per le pelli normali e grasse, non secche e non sensibili:

l’argilla è verde perché proviene da una combinazione di ossidi di ferro presenti nelle rocce che hanno formato questa argilla e materiale vegetale marino (principalmente alghe kelp ma anche altre alghe). Rispetto alla variante bianca, l’argilla verde apporta alla pelle una maggiore quantità di minerali e di oligoelementi, è ricca in silice, manganese, potassio, alluminio, ossidi di ferro e tracce di oro, argento e rame, ossido di titanio. Il pH è circa 7. Come base per le maschere è più assorbente del caolino, pertanto è consigliata per pelli miste  a tendenza grassa con acne. L’argilla verde è ottima, oltre che come maschera, da utilizzare in vasca per pulire e ammorbidire la pelle. L’argilla verde assorbe e rimuove le impurità dall’epidermide, aiuta ad assorbire il sebo in eccesso dalla pelle, è ottima per pori dilatati e punti neri (punti neri o bianchi). Allo stesso tempo, questa argilla ha il più ampio spettro di effetti: funziona purificando e stimola la circolazione sanguigna, stimola i processi cutanei, migliora la consistenza e dona luminosità, rafforza le zone ferite e rivitalizza le cellule, inoltre agisce lievemente come peeling.

  • l’argilla rossa è raccomandata per pelli normali:

l’argilla rossa ha un alto contenuto in ferro, magnesio, silice, calcio e potassio, ed è povera di alluminio. Il suo colore rosso intenso deriva dalla ricchezza di ossidi di ferro presenti nella roccia che hanno formato quest’argilla. L’argilla rossa esfolia, purifica e detossina la pelle, rendendola tonica e ringiovanita. E’ consigliata per pulire e tonificare le pelli normali.

  • l’argilla rosa è è raccomandata per le pelli delicate e mature:

l’argilla rosa è detta anche calamina, ed è un mix di argilla rossa e bianca, ricca di minerali, silice e ossido di ferro, oligoelementi che la rendono prima di tutto un potente antiossidante, in grado di combattere i radicali liberi, rallentare l’invecchiamento e mantenere la pelle più giovane e compatta. E’ un’argilla dolce e delicata che stimola la circolazione sanguigna della pelle, oltre a fornire una delicata esfoliazione e pulizia. E’ adatta a pelli mature, sensibili o secche. Aiuta a ridurre l’irritazione e l’infiammazione da condizioni cutanee aggravanti, come l’acne.

  • l’argilla gialla è raccomandata per la pelle grassa, matura, da rassodare:

l’argilla gialla deve la sua colorazione alla presenza di illite, ferro e rame. Può vantare (come le altre) effetto purificante, detossinante, esfoliante, tonificante ed è un antimacchia. Ottima per le pelli miste e grasse perchè riequilibra la produzione di sebo, ma svolge anche una profonda azione antibatterica e cicatrizzante. Ricca di oligoelementi, è utile per le pelli asfittiche e spente che hanno bisogno di un trattamento rimineralizzante. L’argilla gialla è  inoltre è efficace contro le rughe, rassoda la pelle e previene il rilassamento, quindi l’argilla gialla è più adatta per le pelli mature. L’argilla gialla stimola la circolazione e nutre anche i capelli normali e fragili.

  • l’argilla blu è raccomandata per le pelli combinate:

la pelle combinata è probabilmente la tipologia più comune della pelle: si tratta dell’insieme di due o più condizioni diverse della cute sullo stesso viso. L’argilla blu, nella sua composizione, è una buona miscela di argilla bianca e verde, ed è quindi perfetta per la pelle mista; ha proprietà idratanti e toniche, con un uso regolare la pelle si ammorbidisce e ritorna la sua lucentezza originale. Un buon equilibrio della pelle si ottiene anche sulle zone del viso secche e untuose. l’argilla blu inoltre allevia efficacemente la pelle stressata.

Nel reparto dei cosmetici naturali puoi trovare il colori argilla che ti interessano.


Alcune regole per preparare una maschera perfetta

  • non usare l’argilla tutti i giorni, usala al massimo due volte a settimana e ricorda che è molto importante in seguito nutrire la pelle con una buona crema o olio, perché l’argilla pulisce davvero la pelle in profondità;
  • per preparare una maschera d’argilla è importante non utilizzare alcun recipiente o strumento per miscelare il metallo: i contenitori  possono essere di ceramica o di plastica e per mescolare sono indicati i cucchiai di legno. Tutti devono essere perfettamente puliti e asciutti.
  • per preparare la “pasta base” della maschera è necessario reidratare l’argilla; l’ideale, per non alterare la consistenza finale, sarebbe aggiungere l’acqua (o l’estratto) senza agitare, lasciandola assorbire lentamente mescolando solo una volta trascorsi 15-20 minuti. Eventuali altri ingredienti andranno addizionati a questo stadio, agitando velocemente e continuamente durante l’aggiunta, tranne eventuali oli che si aggiungeranno preferibilmente alla polvere disidratata.
  • la consistenza finale dell’impasto deve essere densa ma sufficientemente “spalmabile”, quindi se si asciuga troppo è bene aggiungere altro liquido per renderla più fluida; se è eccessivamente liquida non aderisce bene alla pelle, mentre se è densa non “penetra”.
  • la maschera di argilla va asportata dalla cute non appena si secca. Se si asciuga troppo velocemente rischia di disidratare la pelle, pertanto la volta successiva è opportuno arricchire la ricetta con un olio vegetale o con miele.

4 passaggi per fare una maschera perfetta per il viso

  1. Detergi accuratamente il viso per eliminare ogni traccia di trucco. Lega i capelli all’indietro e lontano dal viso. Idrata le labbra con un po’ di balsamo per le labbra prima di applicare la maschera intorno alla zona della bocca in quanto ciò aiuterà a evitare che la maschera entri sulle tue labbra: non ha un buon sapore e potrebbe seccarle;
  2. Utilizzando un pennello o dita molto pulite, applicare uno strato di maschera sul viso, evitando il contorno occhi;
  3. Lasciare la maschera finché non si indurisce. quanto tempo ci vuole dipende dallo spessore dello strato applicato e da quanto è umido il tuo viso, ma attendi 15-20 minuti;
  4. Per rimuovere, fai una smorfia, una “o” con la bocca, fingi di sbadigliare; una volta che la maschera si è leggermente staccata dalla pelle, lavare o strofinare delicatamente la maschera con piccoli movimenti circolari per allentarla ulteriormente, quindi lavare via le tracce di maschera.

Colori argilla ma non solo: le sinergie!

All’argilla, che si può preparare solo con semplice acqua, puoi per tua scelta prepararla anche mescolandola a: idrolati, oli essenziali (tra cui: lavanda, geranio, rosmarino, tea tree), oli vegetali (tra cui: olio di jojoba, olio di rosa, olio di oliva, olio di calendula), aloe gel, frutta, yogurt…a seconda di ciò che vuoi ottenere come beneficio. La scelta è veramente vasta. Ad esempio, un Clinical trial del 2012 pubblicato su PubMed, di cui trovi qui l’abstract, fornisce una prova preliminare che le maschere facciali di argilla curativa all’olio di jojoba possono essere un trattamento efficace per la pelle lesionata e l’acne vulgaris lieve.

Dott.ssa Laura Comollo


Per qualsiasi chiarimento o per maggiori informazioni Contattaci.

Seguici sui nostri canali Facebook Instagram

TUTTI I DIRITTI RISERVATI, IL PRESENTE TESTO NON E’ RIPRODUCIBILE SENZA ESPRESSA AUTORIZZAZIONE DI ERBORISTERIACOMO.IT

Share ... Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter